Bitcoin Whales ha spostato milioni durante il Weekend Crash

I possessori di grandi portafogli Bitcoin hanno trasferito decine di milioni di dollari di criptovaluta con lo slancio del prezzo che si è spostato verso il basso.

  • Decine di milioni di dollari sono stati spostati dai portafogli Bitcoin quando il mercato è crollato durante il fine settimana.
  • Tuttavia, potrebbe essere stato un cripto-borse a spostare le loro partecipazioni al posto degli investitori, ha detto un esperto del settore.
  • Il crollo dei prezzi è stato correlato con una più ampia vendita nei mercati tradizionali, hanno dimostrato i dati.

Le balene bitcoin hanno spostato milioni di dollari di criptovaluta

Le balene bitcoin hanno spostato milioni di dollari di criptovaluta durante il fine settimana, dopo che un più ampio sell-off venerdì scorso ha visto il prezzo del Bitcoin crollare del 10%.

Secondo i dati di on-chain tracker Whale Alert, portafogli „balena“ – un termine colloquiale per i possessori di grandi quantità di Bitcoin Billionaire – ha portato oltre 6.000 Bitcoin (circa 60 milioni di dollari ai tassi attuali) agli scambi asiatici Huobi e OKEx solo il 5 settembre, seguiti da altri 2.000 Bitcoin (≈ 20 milioni di dollari) il 6 settembre.

Binance, con sede a Malta, uno dei principali scambi per volumi giornalieri, ha visto solo due grandi afflussi di 1.175 Bitcoin e 1.000 Bitcoin (per un totale di circa 23 milioni di dollari) il 5 settembre, senza trasferimenti in uscita come da Whale Alert.

A parte gli scambi, Xapo, un servizio di custodia Bitcoin istituzionale che sostiene di conservare i fondi degli utenti in un ex bunker dell’esercito svizzero, ha visto un grande deflusso di oltre 1.000 Bitcoin (circa 10 milioni di dollari) verso un portafoglio „sconosciuto“, e nessun afflusso.

Perché le balene spostavano i Bitcoin?

Questi particolari movimenti di balene Bitcoin non sono dovuti a grandi investitori e commercianti che hanno venduto le loro partecipazioni Bitcoin. Per motivi di sicurezza, gli scambi di crittografia e i servizi di custodia non tengono i fondi degli utenti sui loro „portafogli caldi“, e spostano regolarmente le valute crittografiche in base alle dinamiche di mercato e alla domanda.

I movimenti dei portafogli, da soli, non influenzano necessariamente i prezzi delle valute crittografiche. „Non è niente di strano, ogni pochi giorni ci sono trasferimenti in entrata e in uscita di 2.000-3.000 BTC da portafogli sconosciuti a OKEx“, ha detto a Decrypt Jonathan Leong, il fondatore del crypto exchange BTSE.

Tuttavia, l’amministratore delegato di OKEx, Jay Ho, ha sottolineato che „anche gli avvisi su Twitter come questo possono servire a diffondere il FUD“. Ha spiegato:

„Da quando i tweet di Whale Alert sono diventati sinonimo di una discarica di BTC in arrivo quando i fondi vengono spostati in una borsa, spesso servono a far crollare il mercato inutilmente, dato che non conosciamo l’intenzione di spostare la BTC“.

Tuttavia, questo anonimato, ha sostenuto, è una delle „bellezze“ di Bitcoin. „Nessuno può impedire che una transazione avvenga, nessuno può interferire con i movimenti di qualcun altro e nessuno può impedire a nessuno di scaricare sul mercato se lo desidera“, ha detto. „Con la libertà della sovranità finanziaria, dobbiamo accettare alcuni compromessi – e non avere attori centrali che interferiscono significa che il mercato farà inevitabilmente grandi mosse e non sempre nel modo che vogliamo“.

Nel frattempo, i movimenti del portafoglio sono arrivati mentre Bitcoin seguiva una svendita nei mercati azionari statunitensi, evitando la storia della cripto-valuta di essere una copertura affidabile contro i mercati finanziari.

„Mentre i mercati globali e il prezzo dell’oro sono stati oggetto di dumping come le azioni statunitensi hanno aperto in rosso oggi, Bitcoin ha scaricato da 10.500 a 10.030 dollari nell’arco di circa 80 minuti su CoinbasePro“, ha osservato la società di analisi a catena Santiment in un tweet.

Ha aggiunto: „Finché le paure pandemiche non si dissipano in tutto il mondo, prevediamo ancora una correlazione superiore alla media“.